Lo strumento strategico “energetico-ambientale” che tutte le Amministrazioni Pubbliche possono attuare per la riduzione dei gas clima-alteranti è il PAESC (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima), ex PAES (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile)

Dopo l’adesione al Patto dei Sindaci l’Amministrazione si pone nuove ambizioni e obbiettivi in tema di risparmio energetico, impegnandosi a raggiungere entro il 2030 l’obbiettivo di ridurre del 40% le emissioni di gas serra.

Non ci sono prospettive alternative di mitigazione, il cambiamento climatico è in atto. Tuttavia è ancora possibile fare qualcosa per adattare gli effetti.

Per cui le vie maestre sono due:

  • Mitigazione: ovvero l’insieme delle azioni intraprese per ridurre la concentrazione dei gas serra,
  • Adattamento: ovvero l’insieme delle azioni intraprese per anticipare le conseguenze avverse del cambiamento climatico.

E’ in grado di offrire alle Pubbliche Amministrazioni una consulenza altamente specializzata nella redazione del PAESC, individuando i Nuovi Target da raggiungere entro il 2030 ed assisterla in tutte le fasi tecniche scientifiche. In figura si possono leggere le fasi salienti dell’intero processo.